OVUNQUE SI PARLA DI STADI NUOVI

Tottenham, ecco lo stadio. Lazio, Tiberina allagata: addio stadio?

Pubblicate le prime immagini del nuovo stadio che il Tottenham Hotspurs intende costruire vicino all’attuale White Hart Lane (The Lane per i tifosi, 36.244 posti, sempre pieni e con 22.000 tifosi in lista d’attesa), nella parte nord di Londra.
La mia intenzione – ha detto il numero uno del club Daniel Levyè di realizzare uno dei migliori stadi in Europa, e per questo ho chiesto di disegnare uno stadio “icona”, mantenendo l’atmosfera infuocata che abbiamo nell’impianto attuale”.
La nuova struttura,
disegnata dallo studio KSS, potrà contenere 60 mila spettatori e ospiterà al suo interno il museo del club, vari negozi oltre alle strutture necessarie alle esigenze della squadra. David Keirle, chairman della
KSS, ha dichiarato di aver puntato tutto sulla massimizzazione dell'”esperienza” per i fan: “Non ci sono angoli aperti, tutto è focalizzato sul campo, con un acustica mirata a massimizzare l’impatto vocale dei tifosi (anche a Lucca mi raccomando)…. Sul tetto saranno poi piazzato 4 megaschermi ai quattro angoli, consentendo ad ogni spettatore di avere ogni tipo d’informazione”. Non sono ancora stati resi noti i tempi di realizzazione, ma durante la costruzione gli Spurs potranno rimanere presso The Lane.
Vai alle immagini
.

Da Milano intanto, Sporteconomy ci informa che l’Inter inizia a progettare la costruzione di un nuovo stadio ed ha già individuato l’area dove costruirlo, quella di Rho-Pero, dove sorgerà un impianto da circa 60 mila posti. La nuova “tana” dell’Inter avrà quasi 1.000 sky-box, 80 punti ristoro, quattro ristoranti e 8mila parcheggi per un costo complessivo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 400 milioni di euro. Il piano doveva essere presentato alla fine dell’anno ma nell’ultimo periodo il progetto sembra essere entrato in una fase di stallo e da parte dell’entourage del presidente Massimo Moratti non trapela la minima indiscrezione a riguardo. Bla, bla, bla…

Chiudiamo con il progetto di Claudio Lotito per lo “stadio delle aquile” della S.S. Lazio. Antonio Zunino su Repubblica Roma ci informa che i terreni (di proprietà del presidente) dove dovrebbe essere costruito lo stadio sono tutti sott’acqua. Colpo di grazia per il progetto-Tiberina? Forse sì. Ma forse è una fortuna per il tifoso laziale che magari riuscirà a scongiurare la costruzione di una cattedrale nel deserto (anzi, nella campagna), priva di trasporto pubblico di qualsivoglia genere, che rischia di cancellare i sogni di gloria della società per alemeno 30 anni (a causa degli inevitabili debiti e delle mancate entrate con uno stadio così mal collegato).

.
.

OVUNQUE SI PARLA DI STADI NUOVIultima modifica: 2008-12-21T01:35:00+01:00da lucchese1905
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento